Eventi

 

schermata-2016-10-03-alle-18-26-05

L’unica radio di adolescenti in Europa!
Camminiamo verso il futuro. Lo dicono tanti, quasi tutti. E cosa sarà, questo futuro? Di sicuro sarà pieno di problemi, dicono: troppe persone, troppe macchine, troppo inquinamento, poco lavoro. Quando io penso al futuro però vedo lo spazio, la galassia, un astronave, invenzioni, innovazioni, biologico, ecologico… dicono che quello che penso è ancora lontano. Ma non abbastanza da non poterlo intravedere. Abbiamo capito che al futuro ci siamo dentro che a quindici anni si può già immaginare il mondo che verrà.

www.  radioimmaginaria

 

News

Via dalla vista dei genitori. Si chiama Lifestage la nuova sfida di Facebook per riconquistare gli adolescenti. L’app per iOS dedicata agli under21 permette di condividere un diario virtuale con brevi clip. A progettarla è stato un product manager 19enne di Menlo Park, Michael Sayman, secondo quanto raccontato a The Verge, per coinvolgere i compagni del college in modo immediato e soprattutto virale: bastano 20 contatti per scambiare video con i ”colleghi” della stessa scuola. Un nuovo passo verso la formula di Snapchat, in parte già replicata da Instagram con l’introduzione di Storie per raccontarsi in video. Lifestage non permette di scambiare messaggi e non c’è bisogno di essere iscritti a Facebook per usarla, aggiorna su quanti hanno visitato il profilo e permette di attivare il blocco utenti e altre misure pensate per garantire la sicurezza degli utenti in caso di malintenzionati.

CONTRIBUTI

Scuola, famiglia, gruppo, relazioni: con l’hashtag #GrowingUpShy migliaia di ragazzi raccontano su Twitter i loro problemi

«Le persone introverse sanno entrare in sintonia con il loro mondo interiore, per questo spesso producono capolavori

di Federica Colonna La Lettura 10 Jul 2016 immagine di Carlotta Montagna “la mamma _tapirulan_gallery” 
Crescere può essere difficile. Per un timido ancora di più. Lo raccontano le migliaia di persone che su Twitter hanno scelto di condividere le proprie esperienze di bambini e adolescenti introversi con l’hashtag #GrowingUpShy — crescere timidi, appunto — entrato il primo luglio nella lista dei trending topic, i contenuti più virali sul social network. Già diffusissimo lo scorso anno, e secondo la Bbc lanciato dall’account @3rdborndavis, oggi non più attivo, l’hashtag è una variazione di #GrowingUpBlack, con cui un gruppo di utenti Twitter ha cominciato a raccontare la vita degli afroamericani. È stata poi la volta di #GrowingUpHispanic (ispanici), #GrowingUpArab (arabi), fino a #GrowingUpPoor (poveri) e #GrowingUpPretty (belli). Leggi Tutto