Archivi

News

Corriere della Sera lancia l’iniziativa #nonsaidichetifai
Un numero speciale di Corriere Salute in edicola domenica,
un approfondimento web e una campagna social
sensibilizzano sul problema delle droghe sintetiche in continua trasformazione

Screenshot 2015-06-22 16.29.25

Migliaia di droghe sintetiche che cambiano ogni giorno e hanno effetti imprevedibili, tanto che spesso neanche al Pronto Soccorso sanno come aiutare i ragazzi, nuovi mix con sostanze che costano sempre meno e che producono effetti a dosi sempre più basse, sono alcune coordinate dell’allarme lanciato da Corriere Salute che al problema dedica un numero speciale, in edicola domenica, un approfondimento sul web e la campagna social #nonsaidichetifai online da lunedì, per essere informati di ciò che si sta assumendo e avere degli strumenti per arginare i rischi.

In occasione della Giornata internazionale contro il consumo e il traffico illecito di droga del 26 giugno, Corriere Salutepubblica un quadro della situazione che incrocia gli ultimi dati dell’ESPAD (European School Survey Project on Alcohol and Other Drugs), indagini e interviste: fra i 15 e i 19 anni sta crescendo il numero di chi consuma abitualmente allucinogeni e stimolanti e soprattutto quello di chi assume sostanze psicoattive senza sapere che cosa siano. Droghe che agiscono sul sistema nervoso ma sono tossiche anche per gli altri organi. Miscugli che spesso restano sul mercato pochi mesi, il tempo di sperimentarle direttamente sui ragazzi.

Leggi Tutto

News

A 15 anni le ragazze cercano soprattutto notizie sull’alimentazione, mentre i maschi sono più interessati alla sessualità. Dopo la ricerca solo il 45% dei giovani sente il bisogno di confrontarsi con i genitori, nonostante il 91% si dica ansioso perché non sa come gestire le informazioni. I risultati del progetto Diagno//Clickpatrocinato dall’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza e promosso dall’associazione FamilySmile.
L’INDAGINE
Il 77% degli adolescenti italiani cerca in rete notizie sul proprio benessere. E non c’è distinzione tra maschi e femmine. Tra quelli che navigano su internet in cerca di notizie di salute, il 33% è infatti composto da ragazzi e il 34% da ragazze. Ma se i maschi cercano soprattutto notizie sulla sessualità, le femmine sono più interessate all’alimentazione. In entrambi i casi, internet ha, in molti casi, sostituito la richiesta di aiuto a mamma e papà e, di conseguenza, anche il consulto medico. Dopo la ricerca, infatti, solo il 45% dei ragazzi sente il bisogno di confrontarsi con i genitori, nonostante il 91% si senta ansioso perché non sa come gestire queste informazioni e l’82% confuso perché non sono riusciti a comprendere tutte le informazioni ricevute. L’88% si dice però rassicurato perché comunque hanno ottenuto delle risposte.

Benedict%20campbell-BOOK copia

Leggi Tutto

Eventi

Bolzano 17 giugno 2015, Sala dell’Antico Municipio

Una giornata con i centri ed i progetti che in Italia si occupanti di progetti di prevenzione  online per presentare il progetto “Click for Support”e le linee guida  EU in materia.

Allo stesso tempo questa è una buona occasione per incontrarsi fra centri di prevenzione nazionali.

YOUNGLE c’è!

News

COME in ogni grande storia d’amore ci sono gli alti e bassi. C’è stato un momento, per esempio, in cui sembrava che gli adolescenti si fossero stancati del loro compagno più affezionato, Facebook.

Ora peròun nuovo sondaggio rimette le cose in chiaro: secondo l’ultimo rapporto dell’istituto di ricerca Usa Pew Research Center, infatti, il social network in blu risulta ancora il preferito fra i giovanissimi statunitensi, davanti a piattaforme come Instagram e Snapchat. Facebook è il social usato dal 71% del campione di giovani americani di età compresa fra 13 e 17 anni che ha preso parte all’indagine.

Secondo l’istituto di ricerca il sito di Mark Zuckerberg è ancora in testa alle piattaforme social più usate dai teenager. Al secondo posto c’è Instagram, l’app per condividere foto e video che è comunque di proprietà di Facebook, usato dal 52% degli interpellati. Poi ci sono Snapchat (41%) e Twitter a pari merito con Google+ (33%). Il sito di Facebook figura anche come quello che viene usato più frequentemente (41%), seguito da Instagram (20%). Ma vi siete mai chiesti come funziona l’algoritmo di Facebook?

A condividere maggiormente sui social – in particolare su quelli ‘visuali’ come Instagram e Pinterest – sono piuttosto le ragazze (il 61% su Instagram contro il 44% dei maschi). Circa un quarto degli intervistati è quasi “costantemente” online, soprattutto grazie alla diffusione degli smartphone che sono nelle mani dei tre quarti dei teenager americani. Il 30% possiede un telefonino ‘tradizionale’, mentre appena il 12% non ha nessun tipo di cellulare.

http://www.repubblica.it/tecnologia/social-network/2015/04/11/news/crisi_facebook-111669562/?ref=HRLV-9

Eventi, News

SOCIAL NET SKILLS 26/27 marzo, Il Fuligno, Firenze

Nella prima giornata i gruppi Youngle nazionali e più in generale gli operatori del progetto Social Net Skills, si incontrano in questa due giorni per fare il punto sull’esperienza svolta in questi tre anni e per rilanciare nuovi obiettivi nel prossimo futuro.

Nella splendida sede del cenacolo del Fuligno aprono i lavori i referenti nazionali Teresa Di Fiandra per il Ministero della Salute e Arcangelo Alfano per la Regione Toscana, anime istituzionali che hanno sostenuto con impegno gli obiettivi progettuali di Social Net Skills fin dalla sua fase embrionale, quando la diffusione e forza che ha generato era solo una vacua chimera.Copia di Screenshot 2015-02-16 22.06.47

Le Istituzioni fanno sentire la loro voce ed è per tutti un bel sentire che rinnova l’impegno a sostenere le nuove iniziative che dal progetto stanno germogliando nei diversi territori, pur mantenendo un imprescindibile respiro nazionale, elemento riconosciuto da tutti come vero volano delle iniziative, generatore di contaminazioni di idee e condivisione di risorse.

Il primo intervento è un format collaudato di esperti della creatività, della relazione d’aiuto e del mondo Web, il dott. Matteo Lancini (psicologo e Psicoterapeuta dell’Istituto Minotauro di Milano e docente di psicologia presso l’Università Bicocca sempre di Milano), Emilio Cozzi (giornalista e critico esperto di cultura videoludica e intrattenimento), il rapper Nitro finalista all’ Mtv Spit ed uno dei più talentusi freestyler in ascesa della scena italiani, chiude questa tavola rotonde Elisa Di Lorenzo bussiness development manager, sviluppatrice di videogiochi, co-fondatrice di Foofa Studios e Untold Games.

Leggi Tutto