News

Un corpo per tutte: Victoria’s Secret cambia slogan

Vittoria! Le tre studentesse di Leeds che qualche giorno fa sono partite in battaglia contro Victoria’s Secret hanno vinto. Le ragazze avevano lanciato una petizione online contro la casa di intimo colpevole di proporre un modello di perfezione fisica femminile che illude le giovani e distrugge il loro immaginario. A finire sotto accusa era l’ultima campagna pubblicitaria per il reggiseno Body dove tre ragazze in intimo posano accompagnate dalla scritta “The perfect body”. Il corpo perfetto, insomma, sarebbe quello delle tre modelle. Un corpo, spiegano Frances Black, Gabriella Kountourides e Laura Ferris nel testo della petizione lanciata dal sito Change, ben diverso da quello delle donne che si incontrano tutti i giorni. L’utilizzo della parola “perfetto” viene definito irresponsabile e dannoso e per questo le giovani invitavano Victoria’s Secret a ritirare la campagna e a chiedere scusa alle donne. Il brand non ha chiesto scusa ma ha cambiato lo slogan presentando la stessa foto con la scritta “Un corpo per tutte”. Ora resta da vedere se le tre paladine saranno siddsfatte o continueranno la loro battaglia Screenshot 2014-11-07 18.24.52

Condividi questa storia

Articoli correlati